.

Extra .

In Programma dal:13/05/2019 al: 24/06/2019

Supercineclub ultima tranche | dal 13 maggio

Info:

13 MAGGIO: L’OROLOGIAIO DI SAINT- PAUL (L’Horloger de Saint-Paul, 1974) di Bertrand Tavernier con Philippe Noiret, Jean Rochefort. Il film più bello tratto da un’opera di George Simenon nel trentennale della sua scomparsa. Ed è anche il primo e più bel film di Tavernier. Forte della superba interpretazione di Noiret, il ritratto intenso di un metodico orologiaio di Lione la cui esistenza viene sconvolta dal delitto “politico” compiuto dal figlio. Un cammino di consapevolezza e una lezione di vita. Una svolta nel cinema francese. In collaborazione con l’Institut français e le edizioni San Paolo.

20 MAGGIO: SERATA SPECIALE CON MARGARETHE VON TROTTA: la regista tedesca presenta al Rouge et Noir il suo splendido documentario Searching for Ingmar Bergman, ancora non distribuito nelle sale. Un intenso omaggio a un maestro che ha saputo capire le donne e comprenderne i sentimenti più reconditi, fatto da una regista donna, da lui molto apprezzata, che ha ripercorso la filmografia di Bergman insieme ai tanti colleghi che lo hanno avuto come riferimento. Evento organizzato con il Goethe-Institut e il Centro Sperimentale di Cinematografia.

27 MAGGIO: A QUALCUNO PIACE CALDO (Some like it hot, 1959) di Billy Wilder con Jack Lemmon, Tony Curtis, Marilyn Monroe. “Una commedia assolutamente perfetta”, anzi “la commedia per eccellenza”. Humour, eleganza, colpi di scena, raffinatezza formale, sono gli ingranaggi di un meccanismo impeccabile messo in scena dall’ineguagliabile regista di Hollywood Billy Wilder. Le vicissitudini di due jazzisti, testimoni involontari del massacro di San Valentino, costretti a travestirsi da donne, genera situazioni tra le più divertenti e indelebili della storia del cinema. È anche il film-cult della divina Marilyn.

3 GIUGNO: VELLUTO BLU (Blue Velvet, 1986) di David Lynch con Kyle MacLachlan, Dennis Hopper, Isabella Rossellini. Il capolavoro di Lynch, qui alle sue massime vette espressive. Un improvvisato detective si ritrova coinvolto in un vortice di violenza e sesso, in mezzo a una cantante di night club e uno psicopatico legati da un rapporto perverso. I temi di Lynch, portati all’estremo, la sua pessimistica visione della vita come lotta tra opposti che si respingono e attraggono, sono tutti presenti e magistralmente sviluppati.

10 GIUGNO: UN MALEDETTO IMBROGLIO (1959) di Pietro Germi con Pietro Germi, Claudia Cardinale, Claudio Gora. Un gioiello, il capostipite del filone noir italiano ed europeo degli anni sessanta ma anche un ritratto esemplare di Roma nel dopoguerra, delle sue contraddizioni sociali. Liberamente tratto da Quer pasticciaccio brutto di via Merulana, il capolavoro di Carlo Emilio Gadda, perché Germi rivendicava la piena autonomia del cinema dai testi letterari, è una ricostruzione impeccabile delle atmosfere gaddiane. Pietra miliare del cinema italiano.

17 GIUGNO: SENZA TETTO NE’ LEGGE (Sans toit ni loi, 1985) di Agnès Varda con Sandrine Bonnaire, Macha Méril. Il film- Leone d’Oro della regista belga recentemente scomparsa che è stata la Dama della Nouvelle Vague, etichetta da lei però mai accettata. La pellicola (la ricostruzione della vita di una giovane trovata assiderata, tra aneliti di libertà e le difficoltà dell’esistenza) segna il lancio di Sandrine Bonnaire, è forse il titolo più noto e amato di una filmografia ricca e di altissimo livello, realizzata accanto ai grandi del cinema francese. In collaborazione con l’Institut français.

24 GIUGNO: HANNAH E LE SUE SORELLE (Hannah and Her Sisters, 1986) di Woody Allen con Woody Allen, Mia Farrow, Michael Caine. Uno dei film più maturi di Woody Allen dove l’umorismo, la battuta tagliente, i tic e le ossessioni si mettono al servizio di una trama narrativa complessa con esiti straordinariamente felici. Nella “sua” Manhattan, tra i personaggi che gli sono congeniali, Allen racconta il mondo psicologico che ruota intorno ad un’attrice teatrale che ha deciso di dedicarsi alla famiglia: le sue sorelle, i colleghi, gli amici. Simbiosi ineccepibile tra commedia divertente e racconto classico.

 

Orari:

DUE PROIEZIONI (CON L’ECCEZIONE DEL 20 MAGGIO, DALLE 20.30): ALLE 18.30 DOPPIATA IN ITALIANO E ALLE 21 IN LINGUA ORIGINALE CON SOTTOTITOLI IN ITALIANO. ALLE 20.30 LA PRESENTAZIONE DEL FILM. BIGLIETTI: 4 EURO E 3 EURO PER GLI UNDER 30. (CON L’ECCEZIONE DEL 20 MAGGIO, SPETTACOLO UNICO DALLE 20.30)

IL PROGRAMMA È SUSCETTIBILE DI VARIAZIONI

Info Biglietti