.

Extra .

In Programma dal:13/01/2020 al: 06/04/2020

Supercineclub – quinta stagione, seconda tranche (dal 13 gennaio 2020)

Info:

Lunedì 13 gennaio 2020 parte la seconda tranche della quinta stagione del Supercineclub del Rouge et Noir, l’appuntamento del lunedì a Palermo con i film di una mitica stagione, proposti in lingua originale con sottotitoli in italiano.

Questo il cartellone della seconda tranche che si concluderà il 6 aprile:

13 GENNAIO: LO SCEICCO BIANCO (1952) di Federico Fellini con Brunella Bovo, Leopoldo Trieste, Alberto Sordi. Appena restaurato dalla Cineteca Di Bologna, il folgorante esordio di Fellini alla regia contiene già i suoi temi più cari: la disillusione del cinema come macchina dei sogni, l’Italietta provinciale, lo sberleffo grottesco, la melanconia. Irresistibile Sordi.

20 GENNAIO: BIRD (Bird, 1988) di Clint Eastwood con Forest Whitaker, Diane Venora. Lo straordinario omaggio del grande Clint al sassofonista Charlie Parker, mitico artista inventore del bebop. Non un film sul jazz ma lo splendido ritratto di un antieroe americano che brilla di luce intensa sino a bruciarsi.

27 GENNAIO: GIOVENTU’ BRUCIATA (Rebel Without a Cause, 1955) di Nicholas Ray con James Dean, Nathalie Wood. Uno dei film-simbolo dell’intera storia del cinema, che ha consacrato il mito “maledetto” di James Dean. Regia superba, indimenticabile rappresentazione della generazione post-bellica, “ribelle senza motivo” apparente, insofferente a regole e convenzioni anche a costo di sfide mortali.

3 FEBBRAIO: IL DOTTOR STRANAMORE (Dr. Strangelove, 1964) di Stanley Kubrick con Peter Sellers, George C. Scott. Il siluro di Kubrick contro le guerre e il sarcastico ammonimento sull’apocalisse nucleare. Il destino del mondo sul precario filo in mano a un gruppo di militari folli e irresponsabili. Pellicola-cult ora restaurata dalla Cineteca di Bologna. Strepitoso Sellers.

10 FEBBRAIO: AMERICA OGGI (Short Cuts, 1993) di Robert Altman con Anne Archet, Jack Lemmon, Madeleine Stowe, Tim Robbins. Per molti il capolavoro assoluto di Altman. Assemblando i racconti di Raymond Carver, il grande regista offre uno spaccato crudo e impietoso della società americana contemporanea. Un caleidoscopio di avidità, cinismo, vigliaccheria, infedeltà, interpretato da un cast eccezionale.

17 FEBBRAIO: IL VOLTO (Ansiktet, 1958) di Ingmar Bergman con Max Von Sydow, Ingrid Thulin. Un illusionista viene sfidato da un medico a dimostrare la validità delle sue “magie”. Siamo nella Stoccolma di metà Ottocento: il maestro svedese contrappone l’irrazionalismo romantico al positivismo scientista. Ne viene fuori un film intenso e bellissimo tra finzione e realtà, inganno e morte, illusione e verità, temi tutti profondamenti bergmaniani.

24 FEBBRAIO: L’ALTRO UOMO (Strangers on a Train, 1951) di Alfred Hitchcock con Farley Granger, Robert Walker. Un thriller ad alta tensione dell’indiscusso maestro della suspense, meno noto ma non meno bello dei suoi celebrati capolavori. Tratto da un romanzo di Patricia Highsmith, e da una sceneggiatura di Raymond Chandler: il patto infernale di morte tra due sconosciuti a bordo di un treno.

2 MARZO: MA PAPA’ TI MANDA SOLA? (What’s Up, Doc?, 1972) di Peter Bogdanovich con Barbra Streisand, Ryan O’Neal. Uno dei film più deliziosi e divertenti di Bogdanovich (regista di perle come Paper Moon e L’ultimo spettacolo), un atto d’amore per il cinema e le commedie anni Trenta. Un posato musicologo, a San Francisco, si fa stregare da una vulcanica ragazza anticonformista. Gag e dialoghi irresistibili a profusione.

9 MARZO: BLACK RAIN (Black Rain, 1989) di Ridley Scott con Michael Douglas, Andy Garcia. Due detective americani si lasciano scappare a Tokio un boss mafioso e devono rintracciarlo, con l’aiuto di un collega locale, nei labirinti della capitale giapponese. Un cult del regista di Blade Runner, insuperabile nelle descrizioni delle atmosfere metropolitane.

16 MARZO: VAGONE LETTO PER ASSASSINI (Conpartiment tuers, 1965) di Costa-Gavras, con Simone Signoret, Yves Montand, Michel Piccoli, Jean-Louis Trintignant. Il sorprendente esordio di Costa-Gavras è un noir atipico e antesignano dei film di Tarantino o dei fratelli Coen. Un serial killer colpisce inspiegabilmente i passeggeri di un treno: ritmo serrato, stile elegante, attori strepitosi.

23 MARZO: FURORE (The Grapes of Wrath, 1940) di John Ford con Henry Fonda, John Carradine. Il monumentale film del monumentale regista della vecchia Hollywood, tratto dall’omonimo romanzo di John Steinbeck. L’America degli anni della grande depressione attraverso l’odissea di Tom Joad, il personaggio letterario che ha ispirato tanti artisti tra cui Springsteen, che gli ha dedicato una ballata.

30 MARZO: IL BANDITO DELLE ORE 11 (Pierrot le fou, 1965) di Jean-Luc Godard con Jean-Paul Belmondo, Anna Karina. Uno dei film-manifesto della Nouvelle Vague: “amore, odio, azione, violenza… in una parola, emozione”. Un professore borghese manda all’aria la sua vita per scegliere l’avventura e il rischio accanto a una giovane di cui si è innamorato.

6 APRILE: UNA NOTTE SUI TETTI (Love Happy, 1949) di David Miller con Groucho, Chico e Harpo Marx, Marilyn Monroe. L’ultimo film della leggendaria banda dei fratelli Marx. Una sarabanda di gag, equivoci, inseguimenti sui tetti dopo il ritrovamento di una preziosa collana in una scatola di sardine. La prima apparizione della divina Marilyn.

SUPERCINECLUB DEL ROUGE ET NOIR DI PIAZZA VERDI 8- DUE PROIEZIONI: ORE 18 VERSIONE DOPPIATA IN ITALIANO, ORE 21 IN LINGUA ORIGINALE CON SOTTOTITOLI IN ITALIANO. ALLE 20,30 LA PRESENTAZIONE.

BIGLIETTO: 4 EURO (3 EURO PER GLI UNDER 30).

IL PROGRAMMA È SUSCETTIBILE DI VARIAZIONI

Orari:

alle 18:00 (per i film stranieri nella versione doppiata in italiano)

dalle 20:30 presentazione film e alle 21:00 proiezione in lingua originale con sottotitoli in italiano

 

Info Biglietti